scheda primo colloquio psicologico

Se invece non ci sono le indicazioni per intraprendere il percorso, lo psicologo potrà ritenere opportuno proporre un tipo di intervento alternativo (ad esempio consulenza o sostegno, orientamento ecc.) PRIMA FASE: COLLOQUIO CON I GENITORI a. Primo colloquio viene condotto alla sola presenza dei genitori - Libertà della descrizione del problema del figlio e vissuti che genera nei genitori - Preparazione al colloquio con il bambino b. Colloquio … Per gestire un momento emotivamente difficile noi scegliamo il sollievo rapido: un intervento psicologico della durata di 30 minuti, dedicato ai momenti di vita più impegnativi, pensato per essere intenso, attivo e interattivo, altamente specializzato e ripetibile. Allo stesso tempo, però, può decidere spontaneamente di rinviare alcuni argomenti a momenti della terapia in cui il rapporto con il cliente si sia già fortificato. Per il servizio di supporto alle attività di assistenza connesse al Covid19, come strumento di lavoro, verrà utilizzata una scheda di triage psicologico, finalizzata alla raccolta di informazioni utili a impostare un primo colloquio psicologico e a effettuare, nel tempo, il monitoraggio dello stato di salute della persona contattata e a migliorare le modalità di supporto dei servizi sanitari. colloquio psicologico, è dunque un esperto nella “conversazione” e nella creazione di un ambiente accogliente che consenta una migliore conoscenza dell’altro. Cosa devo dire durante il primo colloquio con lo psicologo? E’ anche per questo motivo che il contesto di vita del paziente non è affatto trascurabile e permette, anzi, di comprendere meglio l’influenza che esercita sui suoi problemi emotivi, determinando fino a che punto le persone e le circostanze di vita saranno di ostacolo o di appoggio al trattamento. “Senza mostrare paura o vigliaccheria, cerca di scoprire perché l’altro vuole la lotta; quali cose lo hanno spinto a lasciare il paese e a cercare lui per un duello.”, [Coelho, Manuale del guerriero della luce, 1997, p.87]. Ha vissuto l’esperienza educativa dell’asilo nido in modo: O Positivo O Accettabile O Problematico (spec. ) Il colloquio clinico è la risorsa basilare per uno Psicologo che si cimenta in tutti gli ambiti di intervento a lui dedicati, che si tratti di consulenza psicologica, sostegno alla persona o famiglia, colloquio di selezione, colloquio psicodiagnostico e, laddove sussista il titolo di specializzazione, anche il colloquio … Sta all’esperienza del professionista capire quali informazioni è meglio conoscere subito, quali, tra quelle tralasciate, è importante recuperare e secondo quali tempi. https://www.stateofmind.it/2013/02/colloquio-psicologico-primo-colloquio “ Un guerriero della luce ha bisogno di pazienza e rapidità allo stesso tempo. Lo psicologo/psicoterapeuta si presenta, fornisce al paziente alcune informazioni relative al setting, alle sue personali competenze professionali e  al suo approccio terapeutico, rendendosi disponibile ad accogliere eventuali richieste specifiche, domande, curiosità circa le modalità della consulenza e la relazione terapeutica. SI TRATTA DI UN PRIMO COLLOQUIO PSICOLOGICO DI INQUADRAMENTO PER VALUTARE INSIEME LE ESIGENZE SPECIFICHE DI PSICOTERAPIA. Di seguito viene presentata la schematizzazione … Durante il colloquio è necessario analizzare con particolare cura i primi momenti della comunicazione con il paziente. Per un primo consulto psicologico puoi richiedere un primo colloquio, anche online. Ecco come fare e come si svolge il primo colloquio. Se lo psicologo si rende conto di non aver approfondito alcuni aspetti è bene che lo ricordi per affrontarli nelle sessioni successive. IL PRIMO COLLOQUIO Tutti concordano quanto sia importante per l’assistente sociale il primo colloquio; con l’avvio di tale intervento, egli poggerà le fondamenta per l’edificazione del processo d’aiuto. Anche se nel corso del colloquio è bene cercare di evitare che il cliente divaghi eccessivamente dal nucleo del problema, è utile recepire il maggior numero di informazioni possibili sugli eventi importanti della vita del soggetto, soprattutto quelli che lui stesso descrive come rilevanti, quelli che tratta con leggerezza e quelli di cui non vuole parlare. Come si svolge il primo colloquio psicologico? Il testo intende proporre un contributo in merito al metodo nel colloquio psicologico, che può essere definito clinico a partire dall’assunto che l’in contro tra lo psicologo e chi a lui si rivolge costituisce una … informazioni. Il metodo psicoanalitico Il metodo psicoanalitico viene presentato come estensione del metodo catartico di Josef Bleuer, eliminando l’ipnosi e sostituendola con una situazione nella quale: Il paziente è disteso su un divano, Il terapeuta è seduto dietro di lui. Sono stata subito richiamata dal dottor Porta che, dopo un primo colloquio gratuito, avendo sentito quali fossero le mie … In cosa consistono il colloquio psicologico e la psicoterapia e quando rivolgersi allo psicologo. Ovviamente in questa prima fase l’interesse dello psicologo è quello di capire prima che di cambiare. Per questo motivo la stessa attenzione posta nell’analisi dei comportamenti deve essere usata quando si parla di analisi delle convinzioni. Per questo motivo è utile pensare alla conduzione del primo colloquio psicologico come ad un intervento stand alone, ossia un colloquio considerato indipendente dall’intervento e autonomo dal percorso terapeutico successivo, ma di cui può entrare a far parte. Il primo colloquio è un momento molto importante, carico di … Deciso di iniziare un percorso di sostegno, l’incontro si concluderà con la definizione delle “regole esplicite del contratto” (frequenza e durata delle sedute, modalità di setting, onorario e modalità di pagamento, ecc.) Articolo Consigliato: Tribolazioni 01 – No Conflict (Monografia Psicologica) Di Roberto Lorenzin, LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: RAPPORTI INTERPERSONALI. Come già anticipato nei capitoli trattati, è uno strumento che va programmato con la giusta cura in tutti i … Non si può saltare immediatamente alle conclusioni, ma registrare queste informazioni, sottolineando nella propria mente quelle che intuito ed esperienza mettono in rilievo come centrali rispetto alle altre. Il colloquio psicologico è un processo interattivo, caratterizzato da aspetti tecnici e contesti di riferimento. Il colloquio … L’atteggiamento con cui lo psicologo si rapporta alle informazioni tratte dal colloquio psicologico è quello di colui che raccoglie elementi ora, per una selezione futura di quali aspetti trattare. Nelle riflessioni i sentimenti del paziente vengono ritrasmessi dallo … I due maggiori errori di una strategia sono: agire prima del tempo e farsi sfuggire l’occasione. ... Il primo colloquio … ISSN 2280-3653 - Testata giornalistica. Nella realizzazione di ciascuno di questi punti lo psicologo ha il compito di rispettare i principi di base. In questo processo, lo psicologo svolge il duplice compito di funzionare, contemporaneamente, come un microscopio (con l’attenzione ai dettagli) e come un telescopio (sviluppando una visione globale ed evolutiva), orientando la propria attenzione sia su ciò che è più lont… Il primo colloquio è un’esperienza che consente allo Studente di poter avere l’attenzione esclusiva di un’altra persona e la completa libertà di comunicare i propri pensieri ed i propri stati d’animo, all’interno di uno spazio protetto. Per il servizio di supporto alle attività di assistenza connesse al covid19, come strumento di lavoro, verrà utilizzata una scheda di triage psicologico, finalizzata alla raccolta di informazioni utili a impostare un primo colloquio psicologico e a effettuare, nel tempo, il monitoraggio dello stato di salute della persona contattata e a migliorare le modalità di supporto dei servizi sanitari. Il primo incontro è un momento di conoscenza reciproca, di ascolto e accoglienza rispetto al problema per cui sono stata contattata. Da questo punto di vista è ovvio che, anche in campo psicologico, non si possa prescindere dallo scambio di parole per quei fini conoscitivi che la psicologia stessa si propone. In questo articolo e in quelli che seguiranno verranno descritti le singole componenti di informazioni che devono essere lo scheletro degli obiettivi di conoscenza del primo colloquio. Spazio Psiche si pone come obiettivo principale la promozione del benessere di bambini, ragazzi e adulti. "Il primo passo non ti porta dove vuoi, ma ti toglie da dove sei." l’intervento di primo aiuto psicologico (psychological first aid) o pronto soccorso psicosociale (psycho-social acute care), si caratterizza per la finalità di: alleviare il disagio acuto espresso da risposte emotive normali a situazioni estreme, nelle loro prime fasi di Dal primo colloquio noi dobbiamo ottenere una descrizione completa del cliente che possa servire da cornice per inquadrare in quali dinamiche si è costruito il problema. Il primo colloquio psicologico o psicoterapeutico ha come obiettivo principale la conoscenza reciproca: psicologo/psicoterapeuta e paziente si scambiano inizialmente alcune informazioni relative alla conoscenza personale e alle problematiche principali che hanno motivato il paziente a richiedere la consulenza. Il colloquio psicologico è uno strumento di conoscenza che utilizza l’incontro e la comunicazione fra due o più persone, allo scopo di raccogliere Articolo Consigliato: I Circoli Viziosi- Quando il Paziente Continua a Farsi del Male. ALLEANZA TERAPEUTICA – IN TERAPIA – CREDENZE – BELIEFS – COLLOQUIO PSICOLOGICO. Quindi si procede all’analisi della domanda: l’obiettivo è quello di individuare con chiarezza la richiesta del paziente per poter indicare adeguati percorsi attraverso i quali sia possibile affrontare le difficoltà individuate. Le informazioni sull’ambiente di vita sono un altro punto centrale della descrizione del cliente perché influiscono profondamente sul suo comportamento e, quindi, sul suo problema.Queste informazioni sono risultate essere centrali quando si lavora con persone che percepiscono redditi molto bassi o che appartengono a minoranze. Ciò permette di recepire i segnali riguardanti il comportamento dei pazienti e il loro atteggiamento nei confronti del terapia e del terapeuta. Come si svolge il primo colloquio psicologico? Il colloquio utilizza, in primo luogo, materiale verbale ed esplora il sistema cognitivo-verbale. Come si svolge il primo colloquio psicologico? Immagini e video Raccomandazioni 30 Novembre 2020. LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: CREDENZE – BELIEFS. scheda docente-programma a.a. 2017-2018 programma dell’insegnamento di: tecniche del colloquio psicologico del corso di studio: psicologia applicata clinica e della salute -lm-51 curriculum clinica devianza numero di crediti: 6 semestre : primo cognome e nome docente: saliani angelo maria orario di ricevimento: tutti i giorni di lezione. Riassunti pedagogia generale Modelli di colloquio in Psicologia clinica di Del Corno (parte I cap 3 - parte 2 cap 2,3,5) IL Colloquio IN Psicoterapia Cognitiva Il colloquio in psicoterapia cognitiva libro La ricerca in … Il sostegno psicologico è un processo che nasce a partire dal primo colloquio. Dott.ssa Lavinia La Torre Psicologa Psicoterapeuta Bologna - P.Iva: 02929911200 - © Copyright 2020 All Rights Reserved, Quanto costa andare dallo Psicologo Psicoterapeuta, Indicazioni etiche delle prestazioni psicologiche via Internet e a distanza. In cosa consistono il colloquio psicologico e la psicoterapia e quando rivolgersi allo psicologo. -Pericoli per lo psicologo: Tentare di prendere le distanze dal paziente con operazioni mentali che poi in automatico andranno nella vita privata. TECNICHE DI FACILITAZIONE-CONDUZIONE tutto ciò che serve a incoraggiare la comunicazione # modalità di ascolto attento, atteggiamenti non verbali # perifrasi # incoraggiare il paziente a continuare (continuazione) # ripetere una parte della risposta del pz (enfatizzazione) # sintetizzare # riportare il paziente a quanto stava dicendo (ridirezionamento) Il Primo colloquio dura in media 60 minuti, sufficienti ad una prima conoscenza reciproca e ad un primo inquadramento delle difficoltà. Il primo incontro è un momento di conoscenza reciproca, di ascolto e accoglienza rispetto al problema per cui sono stata contattata. IL PRIMO COLLOQUIO IN PSICOTERAPIA Versione marzo 2012 Il primo colloquio costituisce un momento fondamentale per la presa in carico dei pazienti. Quest'ultimo è un percorso interattivo che avviene tra almeno due persone, diverso dalla conversazione in quanto l'interazione è finalizzata al conseguimento di un obiettivo condiviso e predeterminato. Queste sensazioni ti accompagneranno fino al primo colloquio e probabilmente diventeranno più intense a ridosso di esso, ad esempio mentre stai salendo le scale che portano allo studio. Nel primo colloquio con i genitori lo psicologo pone a entrambi delle domande sulla storia clinica del bambino: quando ha acquisito le principali tappe dello sviluppo, da quando sono iniziate le sue difficoltà, dove si manifestano maggiormente, quali tentate soluzioni hanno messo in atto per aiutarlo ad affrontarle, quali sono gli interessi e impegni scolastici e familiari, e così via. Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per rendere migliore la navigazione e per fornire le funzionalità di condivisione sui social network. Grazie a questi primi momenti lo psicologo è in grado di avere un’ idea su come il paziente affronterà la relazione sociale con lui e di come dovrà intervenire per riuscire a stabilire un rapporto di fiducia. LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: PSICOTERAPIA COGNITIVA. QUESTIONARIO PRIMO COLLOQUIO CON I GENITORI Scuola Infanzia Data_____Insegnante _____ Genitore/i compilatore/i A. ESPERIENZA EDUCATIVA 1. Messaggio pubblicitario Quando una persona affronta un colloquio psicologico vi conduce all’interno tre tipi di informazioni su di sé: informazioni formali, informazioni sui propri modelli comportamentali e di comunicazione e informazioni sulle proprie convinzioni, pregiudizi e valori. Il colloquio clinico con un bambino è una situazione che presenta molte difficoltà e richiede grande esperienza. Alcune di queste, ritenute particolarmente rilevanti da questo punto di vista, potrebbero divenire oggetto di analisi più avanti nella terapia. Il primo colloquio psicologico è la forma di consulenza e trattamento più frequente. Come fare un Colloquio Psicologico ad un Bambino. Il colloquio clinico psicologico, a differenza del colloquio clinico di tipo medico, non tiene conto solamente dell’obiettività dei dati raccolti, ma comporta anche delle deduzioni, in base alle modalità che il paziente usa per leggere la realtà, il suo stile del pensiero, il modo in cui collega e riordina le sue esperienze di vita e attribuisce loro un senso. Il colloquio clinico non è dunque uno strumento di facile gestione, e sono necessarie una grande capacità ed esperienza per condurre un buon colloquio. Dal primo colloquio è possibile poter trarre un quadro generico del tipo di problematiche emotive attuali del paziente e delle tensioni esterne ed interne che hanno fatto sì che i sintomi esplodessero proprio in questo momento. ed eventualmente con una descrizione generale del modello di intervento che permetta al paziente di costruirsi una prima immagine del lavoro che sta per intraprendere. Al Santagostino il primo colloquio viene effettuato con una figura specifica e appositamente formata che, sulla base della propria esperienza clinica, la letteratura scientifica e il confronto con l’équipe multidisciplinare è in … L'Anamnesi Psicologica è una parte del Colloquio Clinico e ha lo scopo di indagare una serie di aspetti che servono al clinico per avere un quadro il più possibile completo del paziente che ha di fronte così … Tale ... Questo primo contatto può aiutarlo a sentirsi più a suo agio, rispondendo a delle domande che per … L’obiettivo è quello di dotare lo psicologo di una m… Per prenotare un primo colloquio psicologico gratuito, compila il modulo “Contattaci” che trovi nella colonna di sinistra (se accedi da pc) o in fondo alla pagina (se accedi da smartphone), indicando le tue disponibilità (date e fasce orarie preferite). L’obiettivo del terapeuta è quello di aiutare il cliente a spostarsi da questi modelli verso stili comportamentali più produttivi e meno problematici. Lo spazio che si crea all’interno di un colloquio ci dà informazioni molto diverse tra di loro, come da una prospettiva “panoramica”, che consente di vedere la condizione dello Studente [1] al di là di quello che dice dal punto di vista del contenuto. I principi di base esposti negli articoli precedenti devono essere applicati nel corso del colloquio psicologico. In secondo luogo, il colloquio rappresenta un setting di osservazioni specifico e ben strutturato. Queste informazioni possono essere molto utili all’analisi delle dinamiche comportamentali alla base del problema. Non sono sufficienti ad avere, però, un quadro completo … Questo non vuol dire che le intuizioni emerse dopo pochi minuti di colloquio debbano essere scartate, anzi è bene che siano tenute a mente e che siano oggetto di future riflessioni. Con l’esperienza la realizzazione di questi principi perderà il sapore tecnicistico e meccanico per diventare un processo del tutto naturale, appartenente al modo di essere dello psicologo. Il metodo di intervento è basato sull'integrazione delle cure, avvalendosi del lavoro multidisciplinare; viene utilizzato il metodo del counselling psicologico e del colloquio di sostegno nel percorso. Stefania: Quando ho … Il metodo psicoanalitico Il metodo psicoanalitico viene presentato come estensione del metodo catartico di Josef Bleuer, … Al Santagostino il primo colloquio viene effettuato con una figura specifica e appositamente formata che, sulla base della propria esperienza clinica, la letteratura scientifica e il confronto con l’équipe multidisciplinare è in … Centro Disturbi dell’Alimentazione – Milano, Centro Disturbi della Personalità – Modena, Centro Stimolazione Magnetica Transcranica – CIP TMS. Le informazioni formali che vengono raccolte nel corso del colloquio possono essere di tre tipi. Contatta la Dott.ssa Chiara Venturi. Messaggio pubblicitario Infine, la descrizione del cliente si completa con le informazioni sulle sue convinzioni, valori pregiudizi e sul suo modo di pensare e organizzare i dati provenienti dall’universo caotico rappresentato dall’ambiente che lo circonda. La fase di descrizione del cliente non è una fase in cui si cerca di cambiarlo, solo dopo aver un quadro ben definito delle parti del “tutto” si può pensare a come intervenire su ciascuna. Concretamente il paziente illustrerà quali sono le problematiche per le quali ha richiesto la consulenza, mentre lo psicologo procederà attraverso domande con l’obiettivo di effettuare una prima anamnesi, ossia una raccolta di informazioni utili ad individuare le aree problematiche, i contesti nei quali si manifestano, le risorse di cui il paziente dispone e la sua motivazione ad intraprendere un percorso di terapia. Il colloquio psicologico … ... Chiedi un colloquio psicologico a Dottoressa Iva Lanča. Per fare ciò è necessario, innanzitutto, capire cosa si deve ottenere dal terapia, e come si può ottenerlo. Per evitarli, il guerriero della luce tratta ogni situazione come se fosse unica, e non applica formule, ricette, o risoluzioni altrui.”, [Coelho, Manuale del guerriero della luce, 1997, p.61]. Se stabilire una relazione con un soggetto durante un colloquio clinico è complicato, lo è ancor di più ma allo stesso tempo è fondamentale nel caso che si parli di bambini. Il primo colloquio è un momento molto importante, carico di emozioni, aspettative e timori. Infine, un altro gruppo di informazioni rilevanti è quello che riguarda la storia personale del cliente. E’ utile controllare questa lista sia prima che dopo il colloquio per capire quali obiettivi sono stati raggiunti e quali no, quali sono stati affrontati e quali sono stati celati per essere esposti più avanti nella terapia. Al contrario un colloquio gestito male, organizzato senza la necessaria attenzione e sensibilità, può determinare un blocco della relazione d’aiuto e un freno per il percorso d’integrazione dell’utente. Contatta la Dott.ssa Chiara Venturi. In realtà è piuttosto comune, e lecito, avere dubbi, timori e perplessità rispetto al primo incontro con lo psicologo: si tratta di un momento delicato, che sancisce l’inizio di un rapporto terapeutico verso il cambiamento. Strumenti: Questionario dei bisogni; Colloquio… Proseguendo nella navigazione presti il consenso all’uso di tutti i cookie. La scheda di triage psicologico proposta è uno strumento finalizzato alla raccolta delle informazioni utili ad impostare un primo colloquio psicologico e ad effettuare nel tempo il monitoraggio dello stato di salute dalla persona che contatta il servizio. oppure indicare al paziente il nominativo di un collega, sulla base delle specifiche problematiche individuate, dell’indirizzo terapeutico e delle competenze professionali più adeguate. I grandi clinici italiani: ciclo di interviste sullo stato dell’arte della Psicoterapia italiana. Il primo colloquio è un momento molto importante. L’obiettivo è quello di farti acquisire una “mappa operativa”, una sorta di bussola di riferimento lungo la strada da percorrere per “affrontare” come professionista il primo colloquio psicologico in modo tale da offrire al paziente/cliente, alla sua conclusione, una riformulazione del problema e una ipotesi di trattamento efficace e costruttiva. E’ un primo … si tratta di un primo colloquio psicologico di inquadramento per valutare insieme le esigenze specifiche di psicoterapia. E’ un primo passo per comprendere il disagio e capire come affrontarlo. ID Articolo: 26812 - Pubblicato il: 26 febbraio 2013. State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata. Registrazione al Tribunale di Milano n. 587 del giorno 2-12-2011- Direttore Responsabile: Giovanni Maria Ruggiero. Consulenze e/o appoggio psicologico: Online Al telefono ... Mi sono affidata da subito a lei, già dopo il primo colloquio, in cui mi ha spiegato come avrebbe affrontato i nostri percorsi insieme, visto che per … Ascoltando e osservando il cliente, lo psicologo può recepire informazioni sui suoi modelli comportamentali e comunicativi, che probabilmente rivestono un ruolo importante nel mantenimento del problema. SCHEDA 1 PAROLE VERE O FALSE ... il primo impatto con la nuova dimora non lascia la persona indi"erente, ma è assai probabile che l’anziano risenta di un cambiamento così importante, soprattutto quando il trasloco avviene dalla propria casa o comunque da un luogo al quale si era positivamente adattato. Dante Pallecchi Teoria e tecnica del primo colloquio 10 1904 S. Freud. SCHEDA PER LA VALUTAZIONE DEL BISOGNO E DELLE RISORSE ACCOGLIENZA MUNICIPIO _____ Scheda di valutazione dei bisogni –Accoglienza ACCOGLIENZA primo contatto Numero identificativo_____ Operatore _____ Data _____ Nome Cognome Accesso Primo accesso Già seguito Tipo di contatto ... - colloquio/appuntamento con Servizio sociale professionale Il raggiungimento di un quadro generale mediante la conoscenza di tali informazioni è l’obiettivo principale, assieme alla costruzione di un rapporto di fiducia, del primo colloquio. colloquio psicologico, in modo tale da essere organizzati fin dalle prime sedute con i pazienti. Il primo colloquio psicologico Il primo colloquio psicologico o psicoterapeutico ha come obiettivo principale la conoscenza reciproca : psicologo/psicoterapeuta e paziente si scambiano inizialmente … L'Anamnesi Psicologica è una parte del Colloquio Clinico e ha lo scopo di indagare una serie di aspetti che servono al clinico per avere un quadro il più possibile completo del paziente che ha di fronte così da avere indicazioni utili per una Diagnosi Psicologica più precisa possibile. Il corso ondemand “Il primo colloquio psicologico: dalla diagnosi complessa alla definizione degli obiettivi di trattamento” intende offrire strumenti utili alla conduzione del primo colloquio psicologico al fine di facilitare la costruzione di un metodo di conduzione valido per diverse tipologie di utenza e applicabile in vari contesti lavorativi (privato, scolastico, dei servizi pubblici, ecc..). colloquio psicologico, in modo tale da essere organizzati fin dalle prime sedute con i pazienti. dott. Il contratto sarà adatto a quel paziente, in quel particolare momento della sua vita, della sua motivazione a cambiare, delle sue risorse disponibili. A più di trent'anni dalla sua prima pubblicazione, riproponiamo oggi La terapia del problem solving di Jay Haley, uno dei testi "storici" della terapia strategica e della psicoterapia della famiglia, convinti che … Stefania: Stefania: ho contattato questa associazione per un supporto psicologico. Il colloquio psicologico è un incontro nel quale una persona (o più persone come nel caso di coppie o famiglie), grazie al supporto di un professionista, ovvero lo psicologo, può trovare un proprio spazio personale e riservato nel quale poter esprimere un disagio e trovare la modalità per risolverlo e raggiungere uno stato di benessere. In questo articolo proverò a rispondere a queste due domande che, a volte, creano ansia a chi, per un motivo o per un altro, sta decidendo se … SCHEDA PER LA VALUTAZIONE DEL BISOGNO E DELLE RISORSE ACCOGLIENZA MUNICIPIO _____ Scheda di valutazione dei bisogni –Accoglienza ACCOGLIENZA primo contatto Numero identificativo_____ Operatore _____ Data _____ Nome Cognome Accesso Primo accesso Già seguito Tipo di contatto ... - colloquio… Sinteticamente i suoi compiti consistono … Come si svolge il primo colloquio psicologico? Non si tratta di un percorso ma di sessioni singole, declinabili in diversa forma per un massimo di otto volte. Osservare quali siano i comportamenti centrali nella definizione del problema è utile non solo alla diagnosi scritta ma anche per comprendere dove si può intervenire per rompere quel circuito di rinforzi che mantengono il disturbo, dove si può intervenire per portare al cambiamento. Dante Pallecchi Teoria e tecnica del primo colloquio 10 1904 S. Freud. Il primo colloquio clinico ha caratteristiche sue proprie che lo differenziano in maniera tipica da tutti gli altri momenti del percorso psicologico. L’interesse del professionista, a questo livello, non si può fermare alle credenze del cliente senza esplorare come costui elabora le informazioni dell’universo caotico, in particolare valutando il livello di strutturazione e di astrazione del suo pensiero e l’utilizzo di una logica lineare o circolare [Sternberg, 1994]. Si articola in una serie di domande e vengono in genere raggruppate per argomento come segue: Al Santagostino il primo colloquio viene effettuato con una figura specifica e appositamente formata che, sulla base della propria esperienza clinica, la … informazioni. Infine, il colloquio costituisce un esempio di comportamento interpersonale significativo: consente perciò l’analisi delle variabili di relazione che si stabiliscono tra paziente e terapeuta. Tale ... Questo primo contatto può aiutarlo a sentirsi più a suo agio, rispondendo a delle domande che per troppa rabbia (o per troppa paura) non riesce a porre. La scheda di triage psicologico proposta è uno strumento finalizzato alla raccolta delle informazioni utili ad impostare un primo colloquio psicologico e ad effettuare nel tempo il monitoraggio dello stato di … Fine e Glasser [1996] hanno stilato un elenco di informazioni che devono essere conosciute al termine del colloquio. Alcuni di questi posseggono un proprio momento di realizzazione ben definito, altri sono maggiormente pervasivi delle diverse tappe della terapia. IL PRIMO COLLOQUIO IN PSICOTERAPIA Versione marzo 2012 Il primo colloquio costituisce un momento fondamentale per la presa in carico dei pazienti. dott. Alessandra, nel corso del nostro primo colloquio mi ha riportato queste riflessioni fatte nel periodo intercorso tra la telefonata e il nostro incontro. Difficile applicarla al primo colloquio. 4) Riflessioni: costituiscono una delle tipologie di risposte più efficaci soprattutto all’interno del primo colloquio psicologico. La teoria del colloquio ha subito l’influenza della psicoanalisi (dimensione inconscia del comportamento, transfert, controtransfert, resistenza, rimozione, proiezione, introiezione, ecc. Di solito arriva dopo lunghe riflessioni, tentennamenti e ambivalenze, e segnala il passaggio dal pensiero all’azione: rompe gli indugi e testimonia concretamente un desiderio di cambiamento. Al Santagostino il primo colloquio viene effettuato con una figura specifica e appositamente formata che, sulla base della propria esperienza clinica, la … Per il servizio di supporto alle attività di assistenza connesse al Covid19, come strumento di lavoro, verrà utilizzata una scheda di triage psicologico, finalizzata alla raccolta di informazioni utili a impostare un primo colloquio psicologico … In particolar modo ci si propone di raggiungere una valutazione delle caratteristiche sia del proprio ambiente fisico, sia del proprio ambiente sociale e di determinare in che misura questi hanno contribuito, e stanno contribuendo, alle dinamiche di sostegno dei comportamenti problematici. Le informazioni essenziali comprendono: nome e indirizzo, composizione della famiglia, età anagrafica del cliente e dei componenti del nucleo familiare, reddito (soprattutto se il professionista lavora per qualche ente sociale), durata di permanenza nel luogo di residenza, ragioni che hanno spinto a cercare aiuto ecc… Come si può osservare rappresentano più che altro dei dati di base che permettono un inquadramento molto generale della situazione.Vengono spesso raccolti attraverso un questionario somministrato all’inizio o alla fine del colloquio in modo che questa formalità non interrompa in alcun modo il flusso del discorso.

Buonanotte Madonnina Mia Gif, Austin Texas Clima, Il Libro Dei Nomi, Film Girato A Quarto Oggiaro, Classificazione Social Network, Discovery Media Lavora Con Noi, Destinatario E Mittente In Inglese,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *