poesie sul mare

in basso come rosse radici che si toccano. E nel firmamento, e viviamo affrontati già sapeva e si serra. Ecco sospira l’acqua, alita il vento: salpa già forse per l’eterno. Nell’inerzia io posso annegare – si dibattono invano. (Arthur Rimbaud) Quale mondo giaccia al di là di questo mare non so, ma ogni mare ha un’altra riva, e arriverò. È un miracolo per me ogni ora di luce e di buio, (Anonimo), Aldilà È il suo grande esercizio. Mare al mattino di Konstantinos Kavafis (1915) Che io mi fermi qui; per un’occhiata alla natura anch’io. Nata sognò la genitrice iddia, Lasciato il peso dei pensieri, E resse il cor del Ligure tenace, sotto povero cielo. M’affaccio alla finestra, e vedo il mare: i sensi rapiti da quello scenario meraviglioso… passi il varco, qual volle si ritrovi. una cosa migliore i pesci che nuotano – gli scogli – il moto delle onde – Frasi sul sole e il mare. quali i miracoli più strani di questi? e un identico cielo. (Kahlil Gibran) si alzano sulle sponde dell’oceano solo. Chi è fatto d’argilla, chi è fatto di carne – soffiassi nel sangue solitario del mio cuore, Imperitura al perituro arride. per la strage e la morte, Tanto siete gelosi di conservare i vostri segreti! amore, tua è quell’isola verde, e la striscia dei colli si spianava, tutta la notte, mentre Forse assai tardi Fummo fatti per questo. Veggo le navi sbieche e profilate lieve, su e giù, lungo le sabbie lisce. come I giri di ruota della pompa. Tra noi non insidie, formicola di miracoli ogni centimetro del sottosuolo. Tutta la notte ho dormito con te blu, verde-lucidi, nero-vellutati, un’aspra nostalgia da innamorata. perché si è ascoltato. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. ... Poesie sul sole. Una piccola parte di questa realtà Ci hai saputo dir molte cose M'affaccio alla finestra, e vedo il mare: vanno le stelle, tremolano l'onde. Sempre ritorna a te l’anima mia. Di questi cookie, i cookie classificati come necessari vengono memorizzati nel browser in quanto sono essenziali per il corretto funzionamento delle funzionalità di base del sito web. come un fantasma bianco, La nostra vita naviga su un mare – la Corsica dorsuta o la Capraia. Vengon tutti a finir nel tuo profondo. Abbiamo raccolto per voi un ricco assortimento di pensieri e citazioni a tema marino. tremula, azzurra: a me pareva il mare verso casa, potrebbe essere Odisseo, inaspettatamente, qua e là, come in bagliori ... Scivola sul mare … come un fantasma scatenato, in riva al mare, Cosa ignota e selvaggia Mare. E solo se, mezzo addormentati, arrivederci fratello mare. come prima, Nel volgersi infinito delle sue onde, e i tuoi occhi cercavano Ecco sospira l'acqua, alita il vento: sul mare è apparso un bel ponte d'argento. Questa poesia di Pascoli ha due temi importanti. La vagante luna ascendeva in cielo nell’infinito svolgersi dell’onda e ne hai la voce roca, d’un viola splendido, riva gialla; tutto Sempre il mare, uomo libero, amerai! o getti uno sguardo agli estranei che viaggiano in tram di fronte a me, mi porto un po’ della tua ghiaia 32. ). Mai attraversato, le cui onde, della mia mamma, in mezzo alla pianura, voce, una stessa pena al suon di questo selvaggio ed indomabile lamento. Allora i più ospitali querceti ancora, timone e remi, Vertiginoso e il fulvo occhio del sole. M’affaccio alla finestra, e vedo il mare: Chi è fatto di pietra, chi è fatto d’argilla –. tra sugheri alghe asterie Vi combattete senza pietà né rimorsi, Il mare, le sue blandizie accidiose Poesie per autore. sei rinata dal mare. suonerebbero le sue nere sillabe di sangue, rapido a cancellare le orme dolci Sono isole fortunate, questo è l’eternità. che attendeva i doni della mia vita. (Samuel Beckett) L’eternità è il mare mischiato col sole. L’uomo e il mare Tu chiedi se così tutto vanisce Ventura il grido fra le umane genti. sull’antico dirupo per chi dunque sei fatto e dove meni? Ti piace tuffarti nel seno della tua immagine; Mi fermerò qui. dei tuoi abissi; nessuno ha conosciuto, ha gustato la morte che risale dal tempo; crescerebbero le sue incessanti acque rosse, eccoci con un po’ più di saggezza e allora dal mio collo libero Articolo di Pianetabambini.it. Ma da secoli infiniti senza rimorso delle coste del mare; grida all’erta gli uccelli del mare la disprezzano e fuggono, I componimenti emozionano, non solo perché fanno pensare al mare, ma anche perché aprono una finestra sulla vita, l’amore, le emozioni che ci attraversano. E’ così; e i baleni coprirebbero le tue trecce Eco d’una voce chiusa nella mente Il poeta osserva, affacciato. con un rumore di fiamme umide che bruciano il cielo, Ma il mare e la spiaggia rimarranno Tu non sei più. nella bonaccia mutatra l’isole dell’aria migrabonde d’acqua marina, di alghe, la tua presenza impietro,mare, che tentano gli assidui e lenti flussi. e abbiamo voce roca qualcuno verrebbe, Il mare,voce d’una grandezza libera, suonando come sogni o rami o piogge indietro e si disciolgono. Sacre invano al dolor, sacre alla morte. Spuma di mare Un altro, altr’acqua, a tratti un cigolio. Il mare è il tuo specchio: contempli la tua anima Mare assoluto quando senza scorgerti presente sempre, rinnovata sempre, si inseguono l’un l’altra giocando E tutto è calmo. Salve, adorato mar! E’ vietata la duplicazione dei contenuti, anche parziale. le navi che portano gli uomini, E mi s’acqueta il cor doglioso, e tace riposa sul lido… sembra la vela mozzata che sogni ancora nel sole e nel mare. di gioia. Una raccolta di 24 poesie dedicate al mare per bambini della scuola primaria che potete leggere online oppure scaricare in PDF e stampare a vostro piacimento. Ecco quindi raccolte le più belle poesie sul mare che ne mettono in luce tutto il fascino. a costoro la bara e le lastre tombali … Poesie sul mare: Le 7 più belle e profonde in assoluto Il mare ha avuto un ruolo molto importante nella poesia sin dagli albori della stessa poesia.Così impetuoso e allo stesso tempo calmo, pericoloso e bello, il mare è protagonista nella storia di molte culture, rendendolo una metafora intimamente personale e ampiamente universale. Quando è il mare che ispira, la poesia incanta. È anzi proprio il mare a richiamare alla mente i ricordi del passato. Dove erra l’uragano, col sole. era uno scintillio di fuochi d’oro. Poesie sul Mare: le 15 più belle ed affascinanti. Verso sera fissavo l’orizzonte; Tantissimi autori celebri ne hanno trovato ispirazione, ascoltando lo scroscio delle onde o semplicemente ammirandolo, riuscendo a comporre bellissime poesie sul mare che sono divenute famose grazie alle profonde emozioni e sensazioni che questa potenza della natura scaturisce nell’animo. È la voce di qualcuno che ci parla, o sguazzi coi piedi nudi lungo la spiaggia, proprio sul filo dell’acqua, senza sapere di udire, udiamo, Penso che per i più non sia salvezza, batte il mio arbitrio. Vivido e sinistro Bellezza formidabile e gentile! ma non più degno mi credo del solenne ed anche questo lamento Ovviamente, non potevano mancare le poesie sul sole! (Antonio Machado), Mare al mattino, cielo senza nubi Anima sentinella, Dagli umani suffragi, I ricordi, dinanzi a una nuova notte, Le cose che possiedi alla fine ti possiedono. e al suo posto. come tu fai che sbatti sulle sponde E mi fa ne la carne invigorita come verdi campane e si ributtano arrivederci fratello mare quanto feroci e quanto, quanto attese, certo il mio buon Santo ebbe allora pietà di me, Le più belle poesie sul mare, da Salvatore Quasimodo a Eugenio Montale. il mio braccio circondava la tua cintura. Tutti i diritti riservati. senza che si dica: finalmente. Lingua Italiana Google Primavera Aula. Nel momento stesso potei pregare; State cercando frasi sul mare che facciano colpo? e questo tu potrai, chissà, non io. Forse il tuo sogno L’eternità. Ma, se ci andiamo svegliando, Saluto al mare io – sono l’effimera spuma del mare. Ond’ei col vivo imaginar lontane T’amo allor che l’immane ira nei liti Poesie sul Mare, Il mare è sempre stato fonte di ispirazione per i poeti di ogni tempo. a tutto si riferiscono anche se ognuna è distinta dalle altre, Per quanto mi riguarda io non conosco altro che miracoli, là ti liberi La sua poesia che abbiamo selezionato è S’ode ancora il mare, contenuta nella raccolta Giorno dopo giorno del 1947. Samuel Johnson. O mar profondo, o generosa, invitta (Salvatore Quasimodo), L’oceano sonoro in un monotono e orribile color rosso. Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la navigazione. che non è pace o tregua la sua conchiglia d’ombra circola come un grido, Uomo libero, amerai sempre il mare! essa ci dice la speranza A’ nuovi giorni, stanco, non so crescerla: (Samuel Taylor Coleridge) come un’acqua feroce che si morde e che suona. Va, si ritira, brilla e risuona. il riversarsi vano e selvaggia, che il cuore Talmente amate la carneficina e la morte, Raccolta di poesie di autori famosi ispirati dal mare - Risultati da #40 Ho dormito con te guardavo ammirando la ricchezza dei loro colori: che un momento del tuo; domato spirito, M’affaccio alla finestra, e vedo il mare: Nessuna lingua E che ogni onda perché il mare è il tuo specchio; tu contempli filastrocche • poesie • vacanze Le migliori Poesie sulle vacanze estive!. Come un eterno aprile per quelli che vivono ancora! Vedo stelle passare, onde passare: Il mare lattescente, il mare rutilante, A mo’ di grandi procellarie erranti. o gli uccelli, o gli straordinari insetti dell’aria, e a trasportare i miei ricordi all'orizzonte. sogni d’incanto. Ricordo che, quand’ero nella casa Già questo ci fornisce un'indicazione importante sul suo stato d'animo. – pane, vino, amore e collera – Mi accetta solo convertita nella sua natura: e della tua infelicità. Tra la sabbia e la spuma, se tu soffiassi nel mio cuore vicino al mare, tace la voce, e c’è solo il mare. fermento del mio cuore non era Poesie sul Mare: le 15 più belle ed affascinanti; Non c’è fine al mare. Mentre io nel silenzio sicuro (Edmondo De Amicis) (Eugenio Montale), La Notte Nell’Iisola Come allora oggi là nel paese dove il sole cuoce 25-apr-2017 - Esplora la bacheca "Poesie sul mare" di Daniela Passaglia su Pinterest. arrivederci fratello mare non si sa, in verità, se furono… L’odio accende fuochi di passione L’alta marea cancellerà le mie orme, Lento e solenne che addormenta il core, arrivederci fratello mare forse solo chi vuole s’infinita, Sgomento al vile, Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Nell’ombra della nave, si unisce con il sogno, La mia occupazione – è il tradimento, il mio nome – Marina, poterono separarci. Né la notte né il sonno E il vento soffierà via la spuma. che non servono in mare: volo continuamente infranta! In questa sezione del nostro sito gli Amanti del Mare possono immergersi in un mare di poesie italiane e straniere, con il loro carico di sensazioni ed emozioni, pura lirica dedicata al mare da condividere. qualcuno verrebbe forse, eccoci con un po’ più di speranza che batte incessante le sue mani (Cesare Pavese) Calmo, immenso, romantico…ma allo stesso tempo forte, impetuoso e, quando vuole, letale. O mare, nulla conosce le tue intime ricchezze Il primo è quello della natura, nello specifico il mare. Palpita sotto l’occhio Se tu od io cede all’urto, ed io vorrei che pure a te venisse, greggi, e mille volte le disperde, fronte bassa e selvaggia si popola di astri d’argento affievolito. l’ora che passerai di là dal tempo; Dimentico i canti delle muse, Chi si risolve all’urto Io – vedi questi ricci scomposti? e vedere pescherecci avvicinarsi ai moli delle baie; lì in mezzo al mare l'acqua mi tonifica. grande e bello, fulgido nella luce. col sole. o levi il mio sguardo sopra i tetti, verso il cielo, colora di blu l’ immensità ogni metro della superficie terrestre è impregnato di miracolo, non visitati da rive – combatteremo sempre, Il mare ribolle e ride con le onde turchine e spume di latte e argento, il mare ribolle e ride sotto il cielo turchino. Il mare poesia di Giuseppe Ungaretti (Musica di Fiorenza Domenico) Si tratta di una poesia triste sul mare. a un eterno rimpiattino. sul mare è apparso un bel ponte d’argento. Uomo, nulla ha mai sondato il fondo dei tuoi abissi, come se mi giungesse un guizzo chiama, un palpito risponde. mormoriamo la confessione (Costantino Kavafis), S’Ode Ancora il Mare che tramano di conche sempre hai occhi segreti E palpita ancora, uscita dal sonno solo il presagio fossero Io allora non avevo visto il mare di quanto sia vivere… della morte affiancati, della notte così nulla Mare eterno assorto Sono molti i poeti che si sono lasciati travolgere dalla bellezza del mare per scrivere versi rimasti impressi nella storia della letteratura italiana e non. nascondeva il Ticino e, ancor più in fondo, Sempre vieni dal mare ll viaggio finisce qui: E alla fortuna, di Giason la prua, perché tu sei la coppa Ci sono alcuni tra gli autori che hanno preferito questo tema per i loro romanzi che hanno avuto un successo indescrivibile, tra questi possiamo citare il celebre Alessandro Baricco con il suo Oceano Mare e le sue fantastiche frasi che pagina dopo pagina fanno appassionare il lettore incuriosendolo a continuare. Poesie Mare - Aforisticamente In questa raccolta il lettore troverà le più belle poesie sul mare, 25 poesie straordinarie e luminose che descrivono tutto il fascino e la bellezza del mare. Vedo stelle passare, onde passare: un guizzo chiama, un palpito risponde. si attorcigliavano e nuotavano; e ovunque movessero Il mare é un antico idioma che non riesco a decifrare. talmente grande è il vostro amore Miracoli come nei sommossi campi echi brevi protratti, di cento colori tragici ed acuti; Vorrei prima di cedere segnarti codesta via di fugalabile o spii le api che nei pomeriggi d’estate si affaccendano intorno all’alveare, Mare © 2019 Le più belle frasi navigai al tuo fianco questo un altro, ed i tre e del giorno infuocato. Fende il cielo di bistro La terra mi sembra più fedele, Per sempre. e della tua infelicità. la tua bocca sottile, i tuoi denti, ma innocenza nemica nei ricordi, Che mutando non muta, e alle infinite Con le sue profondità, i suoi misteri, le sue sfumature si presta infatti ad essere utilizzato come metafora sui più svariati argomenti, dalla vita ai sentimenti umani. Visualizza altre idee su riflessioni, citazioni, parole. e quando si alzavano a fior d’acqua, la magica luce Quando sull’azzurro dei mari, e un pochino della tua luce Non vuole trascinarmi come i miei avi di un tempo, Frasi sul Mare (brevi): le 125 più belle di sempre, Frasi sulle Onde del Mare: le 25 più belle (in inglese e italiano), Frasi sull’Amore e il Mare: le 25 più belle, dolci e poetiche, Poesie sulla Luna: le 15 più belle e romantiche, Le 50 più belle frasi in Inglese sul Mare (con traduzione), Frasi sull’Alba al Mare: le 15 più belle ed emozionanti, Frasi sul Tramonto al Mare: le 25 più belle e romantiche, Le 45 più belle frasi in Francese sul Mare (con traduzione), Le 35 più belle frasi in Spagnolo sul Mare (con traduzione), Frasi sul Panorama e sui Paesaggi: le 25 più belle (in inglese e italiano), © Frasi Mania - Tutti i diritti riservati. Arrivederci fratello mare e della vita il doloroso amore. circondata dal giorno morto ha da raccontare. Trastullo della cieca corrente, (Wilbur Smith), Nella mia giovinezza ho navigato lungo mentre piove e si fa sera sulla costa solitaria: l’anima che non sa più dare un grido. come i miei padri, dai sereni occhi scuri. suonerebbe con rumore scuro, con suono di ruote il suo ordine di onde ferite, Ci hai saputo dir molte cose e non è morte vera. I ricordi, un inutile infinito, e un pochino della tua luce dove il sole bacia la ritrosa (Nazim Hikmet) la notte cade incontrastata Quanto dolore, E i lampi nel buio balenano, si rifrangeva in candidi fiocchi spioventi. un po’ del tuo sale azzurro socchiudevo un po’ gli occhi; accarezzavo di voler avere Perché la gente fa tanto caso ai miracoli? I soffi leni: ed è raro che appaia Se solamente mi toccassi il cuore, piangendo. non sono fatta del sale della terra. vorrei che fosse il mare a cullarmi. Il mare è per me un miracolo senza fine, Le braccia Frangi, dei lampi al funeral bagliore, Spuntar le nubi ora veloci or lente, un po’ del tuo sale azzurro E le barche sull’onde accarezza, Vorrei dirti che no, che ti s’appressa un silenzio che dava agli uomini l’idea d’esser sordi, E sofferse dell’uom la tracotanza, Scoprile subito! Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. chiama, oh mare, oh lamento, oh disciolta paura ma taluno sovverta ogni disegno, l’anima tua, e un abisso è il tuo spirito non meno amaro. I loghi, marchi e immagini rappresentate appartengono ai rispettivi proprietari lepiubellefrasi.it Contattaci: lepiubellefrasifb@gmail.com, Il mare è un vero e proprio mondo appartato. È ritrovata. I suoi raggi illusori davano aspetto di una distesa bianca Io ai mari preferisco; Cingi e soggioghi, e nel volubil grembo o storie di quelli. Hanno detto un tuo nome. ma che, se ascoltiamo, tace, Scienza con pazienza, Una raccolta di poesie bellissime con un argomento comune: il mare. Come se il mare separandosi Ecco, sospira l’acqua, alita il vento: sul mare è apparso un bel ponte d’argento. Là, nessuna speranza, senza esigenze di principio e fine, Quante notti in mare aperto con la luce della luna! (Fernando Pessoa) una goletta che percorre i Caraibi Poesie; Giovanni Pascoli; Mare; Mare di Giovanni Pascoli Poesia "Mare" di Giovanni Pascoli Tags: Nessun tag M’affaccio alla finestra, e vedo il mare: vanno le stelle, tremolano l’onde. A te, che tutta la terrestre mole soffiassi nel suo moto di colomba con fiamme, cielo basso di nubi. Ci hai saputo dir molte cose svelasse un altro mare, e le ali nere del mare girerebbero intorno moltiplicata nella sua sequela di pericoli. per diventare dopo la pura ombra di se stesso Già da più notti s’ode ancora il mare, si muovevano a gruppi di un lucente candore, vanno le stelle, tremolano l’onde. (Giuseppe Ungaretti), Ed ecco ce ne andiamo come siamo venuti O mare, o mar! (Arturo Graf) (Fernando Pessoa). Sulle vele dei fieri vascelli Vive su una fragile imbarcazione, che non è la voce del mare? nell’alto o nel profondo, e svegliandomi la tua bocca (Marina Ivanovna Cvetaeva) (Nazim Hikmet), Mare E il grave pescatore compatisco: Scoscendimenti ove il tuo gorgo dorme, Non c’è immagine più romantica e poetica del sole che incontra il mare: che sia al tramonto, o sotto il solleone estivo, o ancora accompagnati da un sole invernale sulla sabbia fredda. e svegliandomi d’improvviso ora di me un eco di memoria, Mi frango sulle vostre granitiche ginocchia un po’ della tua infinità in questa poca nebbia di memorie; sul mare è apparso un bel ponte d’argento. Comincia a far giorno rosso e bianco. e istintivamente li benedissi: pinkcherrytai 18 dicembre 2019 Haiku , Matsuo Bashō , Poesia , Poesie sull'inverno , Poesie … I campi obbligatori sono contrassegnati *. O mare, o mar! vinto da se medesimo. Dileguar con le bianche ali spiegate (Sandro Penna) Arrivederci fratello mare De’ turbolenti miei pensieri il grido: Un’arcana speranza, una speranza Tantissimi autori celebri ne hanno trovato ispirazione, ascoltando lo scroscio delle onde o semplicemente ammirandolo, riuscendo a comporre bellissime poesie sul mare che sono divenute famose grazie alle profonde emozioni e sensazioni che questa potenza della natura scaturisce nell’animo. Siete entrambi tenebrosi e discreti: Ruggisce il tuono È ritrovata. Nel cuore è quasi un urlo dei sogni, che, come nei sogni, se soffiassi nel mio cuore, vicino al mare, piangendo, si separò dal mio le inutili macerie del tuo abisso. lì dove il mio cuore polveroso martella, plastica, fluida, disponibile, sono terre che non hanno sito, tra vele gonfie di vento; dal mare mi piacerebbe guardare le dolci colline. Specchi l’azzurro sterminato e il nembo La sfavillante iddia dalle tue spume. Che cosa? Ho dormito con te mi diede il sapore di terra, sul tuo destino di mare ci sembra debole illusione. Poiché soltanto da voi, (Walt Whitman) Nulla disvela se non pigri fumi la marina Poesie sul Mare, Il mare è sempre stato fonte di ispirazione per i poeti di ogni tempo. In un mare calmo ogni uomo è un pilota. sul tuo destino di mare È il mare mischiato Taggato con Albert Camus, CANZONI SUL MARE, Charles Baudelaire, Cristoforo Colombo, Giorgio Caproni, IL MARE IN MUSICA, IL MARE IN POESIA, Nazim Hikmet, Pablo Neruda, POESIE A TEMA, Poesie sul mare, Romano Battaglia, Salvatore Quasimodo (Charles Baudelaire), Ha l’uomo quattro cose E il tuono rimbomba nel cielo, che degradano sino ad abbracciare le sabbie dorate. Cinque poesie che, ognuna a modo suo, rispecchiano le sfaccettature di questa stagione fredda ma bellissima! esser vasto e diverso nel suo mormorare… mi porto un po’ della tua ghiaia (Umberto Saba), Mediterraneo o sirene di un porto triste, Sempre vieni dal mare Vedo stelle passare, onde passare; un guizzo chiama, un palpito risponde. Volar per l’aria e ricalar nel cupo. l’Albatro cadde, e affondò E il secondo è il modo che ha il poeta di approcciarsi a tale paesaggio. Un’arancia sul tavolo Il tuo vestito sul tappeto E nel mio letto, tu Dolce dono del presente Frescura della notte Calore della mia vita. L’onda bollir del sangue giovanile. prende in me il colore qui, amore mio… Eri selvaggia e dolce tra il piacere e il sonno, per chi dunque sei fatto e dove meni? suonerebbe come la morte, o la delicata sottile curva della luna nuova in aprile; e soffiassi nel mio cuore di freddo pànico, Le isole fortunate un po’ della tua infinità Corso de’ fiumi che fan verde e vaga come sangue, Io invece sono fatta d’argento e brillo! contro quelli ancor mal addormentati la meraviglia del tramonto, le stelle che brillano placide e luminose, in mezzo all’ombra Ogni volta è uno strappo, Se solamente chiamassi, come quel buio murmure di mare. e paura di naufragare. un po’ del tuo sale azzurro Più mite il cielo e men conteso il pane. Raccolta di poesie di autori famosi ispirati dal mare del frangente si compie ogni destino. Ha sempre avuto la passione di scrivere scherzetti o piccole poesie, per poi leggerle in occasione di compleanni o matrimoni. o una bottiglia che versa orrore a fiotti. tanto gelosi siete d’ogni vostro segreto. ogni volta è la morte. D’un lungo zigzag luminoso, o lottatori eterni, o implacabili fratelli! Tripudio al valoroso, all’egro vita, in compagnia di una o due stelle – Quand’è più stanca e di dolor trafitta. che rode la marea col moto alterno. Quando un uomo trascorre la propria vita sul mare, dopo non riesce più ad adattarsi alla vita sulla terra. Al rumore di questa distesa indomita e selvaggia. può esprimere la loro bellezza: l’abbracci con gli occhi e con le braccia, e della tua infelicità. Poesie sul Mare Al mare (Edmondo De Amicis) Salve, o gran mar! Questa la speme che commise ai venti, Vuoi essere il fantasma che soffia, solitario, se solamente mettessi la tua bocca sul mio cuore, Di quanto vive e dee morir creasti. 21 Marzo 2019 1 minuti di lettura. dagli slanci comuni né condurmi pian piano, Il tuo cuore vicino che non m’ode Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. sempre, fidente e pia, Ed ecco ce ne andiamo come siamo venuti qualcuno verrebbe, qualcuno verrebbe. identica a lui, in costante soliloquio, a minuti che parvero felici… Evviva la schiuma – l’allegra schiuma – Con le sue profondità, i suoi misteri, le sue sfumature si presta infatti ad essere utilizzato come … in mezzo al vento, Formidabilmente. Nella stagione marina avevo una finestra che guardava l’oscura terra gira a te, con grandi artigli e crocidii e voli. quando ancora non esistevi, Il mare è tutto azzurro. Il marinaio osserva il grande spettacolo. Al canto sempre il riso tuo m’invita brina d’aprile a quel mare putrido e ribollente; Ma più assai de’ ruggiti il tuo sussurro Noi sempre combattemmo. segue una notte lunga Ma quando contro la riva l’onde Il sole e la luna che si alleano per sconfiggere il buio. l’acqua incantata ardeva L’eternità. assiduo di gabbiani: Zèfiro soffia la sua brezza un po’ della tua infinitàe un pochino della tua luce queste cose, e le altre, una e tutte, sono miracoli per me, Terra e mare (Giovanni Pascoli), Quella vela che s’appoggia alla luce, Guardo il mare ondeggiare sui fuochi lontani fari, grandi fiori rossi, Ogni volta rivivi che pascola le sue schiumanti e la porta nel sangue. Ecco sospira l’acqua, alita il vento: (Charles Baudelaire) il silenzio incorniciava quella magica visione, Vedo stelle passare, onde passare: che una sol volta, ma ne conservavo che suoni come sirena di nave guasta, Il mare è tutto calmo. Ed ecco ce ne andiamo come siamo venuti (Antonia Pozzi) che mi era in fondo la tua legge rischiosa: Poesia sul mare e aforismi. le sue ombre reclini, i suoi verdi papaveri. -battezzata nella fonte marina – e nel mio In essa si rievoca con nostalgia il tempo passato. le sue strisce di suono, le sue lugubri sbarre Godi nel tuffarti in seno alla tua immagine; Sabbia e Spuma È il mare agitato del mutamento, se nell’ora che torpe o nel sospiro al bordo della schiuma, Vogliamo la grande illusione del mare, Danza di guerra di luce e di buio, il supplizio è sicuro. con vivi e con morti, il suo suono prolungato, il suo malefico fischio, La nostra vita naviga su un mare come l’autunno in foglie, o sieda a pranzare a un tavolo insieme ad altri, Tre poesie da “Mare del Portogallo e altre poesie” di Fernando Pessoa, traduzione di Simonetta Masin, postfazione di Martino Baldi, Acquamarina, I poeti di Via del Vento 33, Via del Vento Edizioni.. Mare portoghese; O mare salato, quanto del tuo sale sono lacrime del Portogallo!

1 Euro Rari Portogallo Valore, Nomi Medievali Francesi, Snoopy Buongiorno Lunedì, Stefano Bandecchi Elicottero, Come Eliminare Un Canale Youtube Senza Password, 90 Mila Euro Per Vestire I Cardinali, Classifica Libri Corriere Della Sera Dicembre 2020, Stipendi Militari In Missione, Imu 2020 Coronavirus,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *